pasta sfoglia, prima colazione

Una colazione con i fiocchi e…Triangoli alle mandorle

Triangolo di sfoglia,amaretti,mandorle e confettura di albicocche

La mia colazione é veloce al mattino, lo é in settimana ,che corro per casa , preparo tutto prima di svegliare i bimbi… mi alzo presto, almeno un’ora prima che il loro sonno venga quasi “bruscamente” dolcemente interrotto dalla mia carezza. Corro, tutta assonnata a farmi una macchinetta di caffé per 4 tazze…. tuffo nel latte di soia…dei cereali e fiocchi d’avena, i nutrizionisti dicono che bisogna mangiare bene al mattino, che con una bella tazza di cereali si ariva al pranzo senza aver fame e che sopratutto si riesce a mantenere la linea, e perfino i rotolini accumulati si sciogliono, come potevo non dar retta a tanta pubblicità…percui ho reso questa abitudine quotidiana indispensabile anche se, appena le nove mi mangerei anche un piatto di lasagne. Dunque dicevo, che bevute le 4 tazzine di caffé in una sola grande tazza e la ciotola di cereali riesco a connettarmi, prima una buona mezzora di pc e poi… con la realtà e ad avere l’energia per ricominciare a correre contro il tempo che passa…ma…il fine settimana é un’altra cosa. La calma sovrasta la casa, niente corsa e sopratutto niente sveglia ai bimbi che lascio tranquillamente dormire e prima di qualsiasi cosa mi dedico alla succulenta super colazione goduriosa. Un dolce sfornato la sera prima… un plum cake o dei biscotti burrosi o degli scone o anche una bella fetta di crostata alla confettura di albicocche o di arancie,sono sinonimo di dolce farniente, di un lasso di tempo da dedicare alla lettura e non dover fare attenzione al tempo che passa. Quest’ultimo fine settimana, ci ho proprio pensato al mattino stesso di preparare una colazione velocissima con quel che c’era a disposizione in frigo…, vale sempre il discorso del riciclo…,due rotoli di pasta sfoglia pronti ad essere utilizzati al piu’presto prima di far passare la scadenza ed un sacchetto di farina di mandorle ridotto al “cosacifacciooraconuncucchiaiodimandorle?” che restava inattesa della risposta, e qualche altro ingrediente più o meno tirato fuori dalla fantasia e dalla voglia di godere in fretta un dolcetto per rendere giustizia ad un fine settimana decoroso.
Mentre la macchinetta del caffè comincia ad espandere il suo profumo…penso alla colazione dei francesi “croissants au beurre” o ” chaussons aux amande” , sarà un po’ influenzata o no?!!! dopo tanti anni di vita francese a questa loro cultura culinaria per versi troppo zuccherosa e burrosa…. ma al mattino uno di questi Triangoli alle mandorle ci sta proprio bene…eccovi la mia versione italianizzata dall’intrusione degli amaretti.

Triangoli di sfoglie alle mandorle,amaretti e confettura di albicocche

Triangoli di sfoglia alle mandorle,amaretti e confettura di albicocche

ingredienti: *2 rotoli di pasta sfoglia *80 gr.di farina di mandorle, 5 amaretti mixati, 2 bianchi d’uovo * un cucchiaio o due, se vi piace piu’ zuccherata, colmo di confettura di albicocche * mandorle a filetti * zucchero velo *

Ho acceso il forno a 200°c. – Ho miscolato la farina di mandorle con i 5 amaretti ridotti in polvere con i due bianchi d’uovo la confettura di albicocche, fino a rendere l’impasto omogeneo. Ho formato sei quadrati con la pasta sfoglia e al centro l’ho farcita con un cucchiaio del composto, ho rinchiuso il lato formando un triangolo, fissando beni i lembi, li ho sistemati sulla placca del forno ricoperta di carta apposita , spennellati di bianco d’uovo e cosparsi bene le mandorle a filetti, lascio in forno per 20 minuti,fino a doratura leggera…Buona colazione e buon fine settimana a tutti.

Triangoli di sfoglia alle mandorle,amaretti e confettura di albicocche

Offro questi dolcetti alle mandorle a Sandra di Un Tocco di Zenzero per la sua prima colazione.

Standard
insalate

Insalata tiepida di ceci, tonno e sedano rapa

Insalata di ceci,sedano rapa e tonno

Cipolla del blog Gustosamente propone il riciclo degli avanzi ,resti di piccole quantità di cibo stazionati in frigo da qualche giorno per non doverli riproporli ancora una volta la sera successiva. Da me e con i tempi che corrono, immagino anche nelle vostre case…non si butta più nulla , la sera sopratutto, stanca da lavoro e non troppo propensa a impiastricciare piatti elaborati…il frigo é la mia salvezza….visionato ben bene le scatoline impilate, nella testolina,seppur satura dopo una lunga giornata…si aziona quel mecanismo magico che mi permette di pregustare con il palato e con un languorino allo stomaco, ineffetti é proprio quello che ti fà muovere, tutti i vari ingredienti messi insieme e partono le mani….ceci già cotti + mezzo vesetto di tonno sott’olio+ olive nere al forno+……sedano rapa

ecco che nasce velocissimamente una ricetta saporita e senza troppo sforzo che accontenta tutti i commensali…

Gli ingredienti di questa insalata sono nella quantità che desiderate, ho utilizato mezzo sedano rapa preparato nel seguente modo:

Lavato e tagliato a striscioline ( come delle patatine) ho preso una padella antiaderente aggiungendo due cucchiai di olio evo ed ho fatto rosolare le striscioline del sedano rapa con uno spicchio d’aglio…ho lasciato cuocere a fuoco medio aggiungendo un mestolo di acqua calda…per una diecina di minuti, ho aggiunto del pepe in grani, del sale e in fine dell’origano. A cottura ultimata il sedano rapa deve risultare dorato e croccante. Ho aggiunto nella stessa padella i ceci cotti, le olive nere, e il filetto di tonno scolato dell’olio di conserva, (che uso per condire insalata di pomodori o anche per fare una salsina e condire spaghetti freddi) mescolo bene e servo tiepida con una manciata di basilico fresco…

Insalata di ceci

Standard
meme, premi

Dei premi Revolution e un Rimprovero

Ma che premiooooo!!! io sono stata sempre una revoluzionaria, un po’ a scuola…un bel po’ a casa, e tantissimo dopo, fuori casa…ho sempre voluto fare di testa mia e continuo a fare di testa mia…sbagliando anche… le formalità non mi piacciono, le convenzioni , le false modestie, le frasi fatte, i luoghi comuni…no proprio non mi vanno giu’ ed allora mi irrito e…metto un po’ di sconquasso ma sono fatta cosi’ e non mi posso cambiare e non voglio cambiare ed allora penso che questo premio mi sta proprio bene…o no!!! forse non c’entra proprio niente con la cucina, il significato di questo premio forse é tutt’altro…boh…sono un po’ confusa con tutti questi premi che mi arrivano a valanghe e che devo proprio ringraziare:

Laura, che dice : “perchè adoro il suo blog, trovo deliziosa lei e tutte le sue ricetta”
Anicestellato che dice: “per la stima e l’affetto che ci unisce ma anche per l’aria serena che si respira nella sua cucina”
Mirtilla che dice “che mi prende in giro per le visite mattutine che dedico al suo blog…mi spieghi qualche altro modo migliore per iniziare al top la giornata???”
Panettona che dice: “dolcezza infinita!”
Pizzicotto che dice: “perchè vedendo le sue foto mi sembra di sentire il profumo ed il sapore dei suoi piatti”
Maddea che dice: “per la disponibilità e la dolcezza”
Nima che dice: “perché quando ammiro le vostre preparazioni mi viene veramente tanta fame e una gran voglia di riproporre subito i vostri piatti”
Camomilla che dice: “a dimostrazione della immensa stima…..”

Le regole del gioco sono:
1.bisogna inserire il banner (trovate il codice
qui) 2. bisogna linkare il blog che ti ha dato il meme 3. bisogna linkare altri 6 blog (cifra flessibile) che meritano un premio e, se possibile, spiegare il perché. Inoltre un blog può ricevere il premio innumerevoli volte! 4. chi riceverà il meme potrà mettere il banner con la coppa in home page sul lato in modo da far vedere il premio ricevuto a tutti ivisitatori!

e io lo assegno con grande piacere a:
Anicestellato, eh, si!!! te lo meriti proprio tu…quando ti vengo a trovarti mi sento bene…amo i tuoi profumi e i tuoi piatti napoletani molto vicini al gusto di casa mia e poi tu sei speciale…
Nino, caro Nino cuoco simpatico, gentile e generoso i tuoi piatti li sento genuini con un tocco da vero professionista e poi mi sei molto simpatico…
Marcella, Ultimamente le sue ricette le sto portando sulla mia tavola e mi piace molto la sua originalità nel ricercare pietanze antiche, dimenticate e mi diverte concretizzarli visibilmente, visto che lei ci descrive solo la ricetta.
Lenny, i suoi profumi sono i miei, non posso mancare all’appuntamento con i suoi post, i suoi piatti devo assaporarli anche virtualmente…io li sento e mi avvicino alla mia terra…grazie lenny.

Questo giu’ invece é il Premio del Rimprovero….che mi viene attribuito da Pilar

Anomalo, simpatico divertente premio che appena ho cercato di capirne il significato ,quasi mi sembrava di aver combinato chissà quale danno e a chi, ritenendomi responsabile di postare ricette troppo “caloriche” ed essere colpevole dei rotolini ( vedi anche oni) che impediscono di indossare il bikini dell’anno scorso, leggendo e decifrando meglio tutto per intero …Ah..ah.ah.ah….una bella risata mi scappa e poi…continuando a leggere le regole ….. impegnarsi a creare una sezione di sole insalate e piatti dietetici.????.. fino a settembre…chi…io?? e qui la risata si placa…e diventa 😛 una smorfietta…ma tutto sommato, visto che il premio é carino e visto che la dieta la devo fare mi impegno a proprorre…ogni tanto…un’insalatina dietetica e vedremo…anche…pure…qualche dolce ipocalorico… ed ora viene il bello perché é chiaro che ci sono quattro blog, anche più di quattro, ai quali sono fiera di assegnare questo premio e sono….tatatatan……

Fiordisale, cara Gi, ora tocca a te…

Cookie Corner, Cookina, le tue torte sono tutte passate sotto i miei occhi prima , dalle mie mani , nella mia bocca poi….

Campo di Fragole, carissima Dany…non scappi…tu te la cavi benissimo con lo spagnolo ed allora comprendi la mia motivazione

Mamma3, carissima adorata Elga…troppe cose gustose nel tuo blog…un po’ di dieta la vogliamo far fare a Stefano?

e ci metto pure Elisabetta, perché ho copiato tante ricettine con la scusa di farle ai figli ma poi una buona parte sono finiti…dove? i rotolini sono ancora li’ al punto “giusto”
ma ce ne siete veramente tanti e tanti ai quali vorrei rimproverare il copia e incolla che poi diventano realtà sulla mia tavola…ma restiamo alle regole e buon divertimento..

Queste le regole:

1- Chi riceve il Premio si deve considerare “rimproverato” per aver preparato piatti succulenti che hanno fatto in modo di non permettere di poter indossare costumi da bagno, bikini, trikini…2- Se il/la premiato/a persiste nella propria cucina, dovrà rimediare creando una sezione INSALATE e/o DIETA.3- Deve indicare altri quattro blog che si sono resi colpevole aver ostacolato “L’OPERAZIONE TRIKINI 2008″.4- Dovrete ricordare all’autore del blog che per sua colpa e solo sua colpa, ora dovrete nutrirvi di insalate per rimediare ai suoi ottimi e succulenti pasti (niente ringraziamenti nel ricevere il premio, perché questo è un Premio Rimprovero per aver pubblicato pasti eccessivamente buoni e succulenti).Il regolamento in spagnolo lo troverete qui

E per finire in bellezza guardate che carino questo premio assegnatomi da Parolediburro che le mando un grosso abbraccio…

Io questo premio cosi’ carino lo dedico a tutte voi che mi avete colmato di tante,tante coccole e mi permettete di esprimere la mia passione e farmi sentire vicina all’Italia cosi’ quotidianamente lontana…grazie

Standard