concorso di ricette

Bando di concorso Premio migliore ricetta con il caffé

BANDO
NERONERO.it bandisce un premio per la miglior ricetta a base di caffè.
Le 50 ricette più meritevoli saranno raccolte in un libro il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza, al netto delle spese, all’associazione Chefs Sans Frontières per l’insegnamento del mestiere della ristorazione a ragazzi di strada di tutto il mondo.
Per partecipare è necessario inviare una o più ricette all’indirizzo ricetta@neronero.it entro e non oltre il 30 Aprile 2010. La mail deve presentare come oggetto “Premio miglior ricetta”. Le ricette proposte devono essere complete di ingredienti e delle modalità di preparazione; devono inoltre prevedere l’utilizzo del caffè.
Premi per le migliori ricette:
1° premio: macchina caffè EP 800 / LB 800 (a scelta) + 500 cialde Lavazza
2° premio: buono sconto del 90% sulla macchina caffè LB 800 + 300 cialde Lavazza Blue
3° premio: 300 cialde Espresso Point
Per le prime 3 ricette: inserimento nei menu dei ristoranti Chefs Sans Frontieres.
Per le prime 50 ricette: pubblicazione della ricetta su libro, con ricavato donato in beneficenza
Standard
Dolci, paste lievitate

Ciambelline del buon augurio

Ciambelline

Version française de la recette en bas

Queste brioscine  si abbracciano con due impasti diversi che le rendono molto speciali  vi lascio simbolicamente abbracciandovi tutti dolcemente, le ho presentate come segna posti per ogni ospite il giorno di Natale. Erano calde e fragranti, sono servite per spalmare qui velo di foie gras o qui, ivece come me, una fetta di salmone. La ricetta é quella di Antonella che le rende ancora più golose con la crema pasticcera. Il mio interesse era di fare un pane poco dolce e brioscioso, morbido e adatto ad una cena calorosa ed invitante.Le ho preparare in anticipo, le ho congelate e riscaldate all’ultimo minuto, cosa che mi ha davvero molto soddisfatta. Le hanno gradite i grandi come i piccoli e se non fate in tempo a presentarle per il grande cenone di stasera ci sarà sempre un momento particolare per gustarle nei prossimi 365 giorni come simbolo di convivialità e di augurio con le persone che più amate.
AUGURI per un 2010 sereno, fortunato e di buona salute a tutti
Ciambelline

Ciambelline del buon augurio
Per l’impasto:

300 g Farina
15 g Lievito di birra
2 cucchiai di miele
100 g Burro
2 tuorli
1/8 l Latte
pizzico di sale
un panetto di pasta sfoglia circa 200 g.
Zucchero a velo
Procedimento
Sciogliere il lievito nel latte tiepido e man mano impastare aggiungendo anche gli altri ingredienti dell’impasto aggiungere il burro morbido ed impastare circa 15 min. Formare un panetto morbido ma non appiccicoso, coprire e lasciare riposare fino al raddoppio.
Stendere la pasta sfoglia in un rettangolo di 30x20cm.
Prendere l’impasto livitato e stenderlo con il matterello sul piano infarinato in un rettangolo di 20 cm x 60cm. Posizionare all’interno la pasta sfoglia stesa in precedenza e ripiegare sopra la pasta briosce chiudendo come un libro.

Stendere leggermente l’impasto con il matterello ottenendo un rettangolo alto 28 cm circa e largo 40 e ritagliare circa 12 lunghe strisce che avviterete su loro stesse e posizionerete sulla teglia rivestita di carta forno formarmando delle ciambelline.

Spennellare con un tuorlo diluito in 3 c.ai di latte e lasciate riposare per circa 20 minuti.
Infornate a 200° per circa 25 minuti.Servire cospargendo di zucchero a velo.



Standard
Pesce, primi piatti

Linguine con il baccalà e briciole di pane dorato

Linguine con il baccalà e briciole dorate
Version française de la recette en bas

Da una ricetta scic tipicamente francese “ la Nage de moules” in questo post propongo una ricetta molto più rustica e tipicamente calabrese ma comunque di grande effetto, almeno per qui ama mangiare il baccalà. E’ il piatto delle vigilie per eccellenza. Mentre una vigilia é già passata altre ne arrivano e come tradizione vuole, almeno dalle mie parti, il baccala fa da padrone sulla nostra tavola. La tradizione vuole che sia assolutamente fritto e poi accompagnato da verdure, come carote o delle rape, cicorie riservate in congelatore per l’occasione ma, sicuramente anche con la pasta , gli spagnetti o le linguine. In questo piatto al posto delle acciughe  ho utilizzato un goccio di Colatura di alici di Cetara.(Grazie Cibou…;D)

Linguine con il baccalà e briciole di pane

Ingredienti per 4 persone
Olio d’oliva,
1 spicchio d’aglio
100 g di mollica di pane
1 cucchiaio di *Colatura di alici di Cetara (oppure due aggiughe sotto sale)
1 cucchiaio di fiocchi di pepe rosso dolce o piccante
1 cipolla
750 g di salsa di pomodoro
400 g di baccalà già spugnato
2 cucchiai di farina
prezzemolo 
400 g di linguine o spaghetti
Preparazione: Asciugare il baccalà con della carta assorbente ed infarinarlo bene da ambo i lati. In una padella antiaderente, versare poco olio d’oliva e far dorare il baccalà 5 minuti da ogni lato a fuoco dolce. Metterlo in un piatto con della carta assorbente e lasciare da parte. In un’altra padella verdare 4 cucchiai d’olio d’oliva, lo spicchio d’aglio tritato, aggiungere la mollica di pane sbriciolata (pane casareccio) e un cucchiaio di colatura di alici ( o le acciughe dissalate e a pezzetti.) Mescolare ficnhé il pane é dorato, infine unire i fiocchi di peperoncino, insaporire 1 min e spegnere. A parte preparare la salsa, facendo dorare la cipolla tritata in poco olio d’oliva evo, aggiungere la salsa di pomodoro. Quando la salsa é quasi cotta, circa 10 minuti aggiungere i pezzetti di baccalà fritto in precedenza ed una grossa manciata di prezzemolo tritato. Insaporire 5 minuti a fuoco molto dolce e spegnere. Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolarli al dente e tuffarli nella salsa, dopo aver tolto i pezzi di baccalà lasciadoli al caldo. Mescolare nella padella gli spaghetti perché siano ben amalgamati nella salsa. Servirli nei piatti insieme al baccalà e cosparsi di mollica di pane tostato.


Version française
Cette recette fait partie de la tradition culinaire de la Calabre. A base de morue elle est préparée pendant les fêtes de Noel. Particulièrement apprécié la veille de Noel, mais aussi la veille du jour de l’an. Dans cette préparation  j’ai utilisé pour donner un goût spécial de la “Colatura d’anchois de Cetara”…une sorte de sauce filtré d’une couleur ambrée transparente et liquide qui est produite par un processus de maturation classique d’anchois dans une solution riche en sel et en eau. C’est pour cela que dans cette recette il n’y a pas de sel.

Linguine con il baccalà e briciole dorate
Pâtes “Linguine” avec la morue et pain grillé

Pour 4 personnes
Huile d’olive
1 gousse d’ail
100 g de mie de pain de campagne
1 cuillère à soupe de sauce d’anchois Cetara (ou deux anchois au sel)
1 cuillère à soupe de flacon de piment rouge doux ou piquant 
1 oignon
750 g de sauce tomate
400 grammes de morue  épongée
2 cuillères à soupe de farine
persil
400 g de  pâtes “linguines ou spaghettis”

Préparation: Essuyez les filets de morues dessalées avec des serviettes de papier  absorbant et  farinez-les  des deux côtés. Dans une poêle anti-adhésive, versez un peu d’huile et faire dorer 5 minutes les tranches de morues de chaque côté sur feu doux. Mettez-les sur du  papier absorbant et réservez. Dans une autre casserole versez 4 cuillères à soupe d’huile d’olive, la gousse d’ail hachée, ajouter la mie de pain et une cuillerée de sauce d’anchois (ou 2 filets d’ anchois dessalés ) Mélanger jusqu’à ce que le pain soit doré, puis ajoutez les flocons de piment rouge, mélangez  1 min et éteindre le feu..  

Préparez  la sauce tomate: faire revenir l’oignon haché dans un peu d’huile d’olive, ajoutez la sauce tomate. Lorsque la sauce est presque cuite, environ 10 minutes, ajouter les morceaux de morues et une grosse poignée de persil haché. Cuire 5 minutes sur feu très doux. Cuire les spaghettis dans l’eau bouillante salée, égouttez-les “al dente” et  verser-les dans la sauce tomate, après avoir retiré les morceaux de morues.Mélangez  les spaghettis dans la poêle et dans la sauce tomate. Servir dans des assiettes avec  les morceaux de morues, saupoudré de chapelure grillée.
Standard