gelati

le ricette dimenticate – Gelato gusto Malaga


IMG_9923

Prima della partenza,il rito si ripete

Rovisto nell’armadio, cerco vestiti nascosti o accantonati, faccio un defilé personale per verificare che alcuni di essi sono indossabili, altri passati di moda altri che vorrei indossare  ma che non sono più tanto adatti alla mia matura silhouette e mi ostino a conservare, forse, nutro un ‘sentimento’ particolare, non voglio proprio disfarmene , continuo a riporli nell’armadio, in scatole fiorate e profumo di lavanda. Faccio smorfie allo specchio, mi giro da tutti i lati,mi prendo in giro, sono irrimediabilmente cambiata.

E riaffiorano ricordi, sensazioni di un tempo speciale, di spiaggia, di mare, di salsedine insieme ad una punta di nostalgia…forse una grandissima punta di nostalgia.

Poi mi decido, prendo quel che ho, in fondo mi sento bene, sono mediamente soddisfatta di vedermi arrotondato e ho voglia di fare un gelato di quelli vintage, di quelli che non ho mai assaggiato, nonostante li vedevo fare i gelati, mio padre e mia madre, ed io che non ne volevo sapere di aiutarli al bar in estate, ma lo facevo lo stesso.

Gelato Malaga

Un gelato che definivo “strano”, non amavo forse l’uvetta o forse il gusto del rum era troppo forte per quella età. Un gelato che non si fa più che é completamente sparito dalla lista, eppure ora ne ho una grande voglia.

Di gusti strani ce ne stanno in giro, azzardati e molto insoliti, forse il gelato Malaga era questo per me allora, un gusto strano ed insolito, oggi invece é un gelato dimenticato ma che riaffiora prepotente nella mia mente.

Buone vacanze che siano felici e ricche di sole, sorrisi e libertà.

IMG_9906

Gelato Malaga ( ricetta tratta dal’inserto della gelatiera Simac e adattata secondo i miei gusti)

  • 350 ml di latte ( di soia per me)
  • 200 ml di panna fresca
  • 3 tuorli
  • 1 albume
  • 60 g di zucchero di canna chiaro
  • 20 g di miele liquido
  • 50 g di uvetta
  • 30 ml di rum ambrato
  • 1/2 stessa di vaniglia

Per prima cosa mettere in una ciotola l’uvetta con il rum e lasciarla ripoare per almeno mezz’ora.

In una terrina ho montato i tre tuorli con lo zucchero. Mentre in una casseruola ho versato il latte di soia aggiungendo la stecca della vaniglia divisa in due nel senso della lunghezza, ho portato a bollore a fiamma dolce. Ho tolto la stecca della vaniglia e fatto cadere i semini nel liquido.  Ho versato a filo il latte sempre mescolando nei tuorli ben montati, ho poi rimesso su fiamma, ho aggiunto la panna e l’albume leggermente sbattuto. Ho portato a bollore molto lieve per un minuto. Ho lasciato intiepidire. Ho preparato poi la gelatiera secondo le istruzioni e versato la crema, l’uvetta con il rum ed il miele. Ho eseguito le istruzioni della mia gelatiera, circa 25 minuti ed il gelato é pronto. L’ho poi messo in una vaschetta e in frizeer per almeno due ore prima di consumarlo.

Visualizza versione stampabile

Standard

6 risposte a "le ricette dimenticate – Gelato gusto Malaga"

  1. Ne sto riempiendo così tante di valigie in questo periodo, che ormai ho smesso di guardarmi allo specchio. Porto un po’ di me in giro, tra Napoli e Roma. La porto in giro con la consapevolezza dei cambiamenti che mi porto dietro ad ogni andata e ad ogni ritorno. E quando li osservo, quei cambiamenti, sorrido a pensare che negli anni il mio corpo è cambiato, ma che l’anima, quella, è rimasta sempre la stessa, irrequieta e curiosa. Vaga per le strade in cerca della sua, e oggi so che forse l’ho trovata, definitivamente.
    Il gelato al Malaga mi ricorda di me piccolina. Quando tutti sceglievano il cioccolato, io preferivo quei chicchetti di uvetta, un po’ ubriachelli, ma tanto buoni 🙂
    Buona domenica, Patrizia

    Piace a 1 persona

    • Paola ti ringrazio di cuore per aver condiviso i tuoi pensieri, e sono felice che questo post ti abbia un po’ ricordato di te piccola. Grazie mille

      "Mi piace"

  2. Quanti vestiti riposti dentro i cassetti, l’armadio, le scatole sperando di poterli indossare, ma in fondo sappiamo bene che quei vestiti non li metteremo più! Mi sembra di rivivere la scena, quando dopo ore intense a provare e riprovare si finisce poi con lo scegliere o vestiti di sempre! Siamo un mistero noi donne.
    Non amo molto i gelati, lo confesso, ogni tanto provo con la fragola o granita di gelsi. Eppure questo lo vorrei provare. Mi piace provare quello si, ed in fondo scoprire gusti nuovi e farli un po’ miei!
    Auguro buone vacanze a te, che siano serene, piene di mare e sole! Magari chissà poi ci racconteremo!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.