Non classé

Biscotti strudel


Quello che una mamma e anche un papà, dovrebbero fare , è nascondere la propria ansia ai figli.

Io sono figlia dell’ansia, trasmessa da mia mamma, a sua volta immagino, figlia dell’ansia anche lei.

Non amo per nulla questo mio aspetto che cerco di controllare più che posso, prima con me stessa e poi con la mia famiglia.

Mi prende quando ho un impengo importante da dover affrontare, mi prende quando devo viaggiare, quando devo fare un esame , quando devo recarmi in un luogo che non conosco, quando i figli stanno fuori casa di notte, e via via altre situazioni, che purtroppo penalizza molto il modo di affrontare le cose.

Ma, ho avuto la fortuna di avere un papà che l’ansia la sapeva gestire, nasconderla, che sorrideva sempre, che non faceva mai pesare i problemi e, ai miei occhi lui è stato un grande esempio di come gestire questi stati d’animo.

Via via nel tempo , diventando grande e consapevole del danno, riesco a resistere a questa forma di stress e sopratutto riesco a nasconderlo ai miei figli, compito fondamentale che mi sono imposta, seppur, quando divento ansiosa per loro, li incoraggio sempre e alleggerisco quelle che possono essere le difficoltà quando le devono affrontare ,nel loro percorso di vita.

E’ il caso di questo brutto e complesso periodo, che purtroppo si preannucia ancora complicato e difficile da gestire. Mi pesa molto sullo stato d’animo, su molti aspetti, ma non abbiamo alternative se non mantenere lucidità e lasciar passare questo tempo nel miglio dei modi possibili.

Stare a casa non mi dispiace per nulla, ancora di più ora che il clima diventa cupo e freddo. La presenza di mio figlio con l’obbligo di studire a casa non mi dispiace affatto, anziché saperlo in giro in lezzo al virus, e come meglio posso e , nel modo in cui mi piace di più fare inondo la casa di profumi, regalandoci del biscotti all’orzo farciti di una deliziosa confettura di more, regalo di una delle mie amiche più prezione della mia adolescenza.

Ricetta è presa in prestito dal bellissimo blog Ricette e vicende , con piccole variazioni secondo la mia personalissima inclinazione.

Ingredienti: 

  • 300 gr di farina
  • 80 gr di zucchero 
  • 80 gr di burro
  • 1 uovo
  • 60 cl di latte di maldorla
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaio di orzo solubile
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchino di cacao amaro

Per farcire, confettura di more e 50 g di gocce di cioccolato

1 albume

Procedimento:  In una ciotola versare la farina, il cacao, l’orzo, lo zucchero.

Aggiungere il burro a cubetti e morbido, sabbiare, aggiungere l’uovo leggermente sbattuto, mescolare sempre con le mani, infine aggiungere il latte amalgamando con un cucchiaio di legno , facendo assorbire tutti gli ingredienti. Se l’impasto devesse risultare appiccicoso aggiungere farina sufficiente , se il contrario aggiungere poco latte.

Lasciare riposare l’impasto per 15 minuti in frigo.

Stendere l’impasto su foglio di carta forno ad uno spessore di 3 millimetri ed in forma * rettangolare, circa 35×30.

Spargere tutta la superficie con due buoni cucchiai di confettura e le gocce di cioccolato (facoltativo). Ribaltare i due lati più lunghi del rettangolo, sovraponendoli. Spennellare con l’albume leggermente sbattuto.

Disporre sulla teglia del forno.

Infornare a forno ventilato preriscaldoto a 180°C. per 40 minuti, piano alto del forno. Lasciar raffreddare e tagliare a trancetti.

Conservare per quanlche giorno in una scatola di latta. Sono molto più buoni il giorno dopo.

*Potete dividere l’impasto in due se preferite dei biscotti più piccoli.

Prendetevi cura di voi e dei vostri cari

Standard

2 risposte a "Biscotti strudel"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.