primavera

Pane all’avena e al miele


Un mese di maggio piovoso e con temperature di febbraio non aiuta il morale.

Per fortuna le cose intorno stanno cominciando a muoversi, i negozi riaprono e la gente comincia ad avere un po’ più di fiducia l’uno verso l’altro a chiacchierare per strada a salutarsi e a finalmente respirare aria di libertà. Tutti ci chiediamo se durerà, certo che durerà, dovrà durare, abbiamo bisogno di riprendere le nostre abitudini, progettare, costruire.

Pain brioche al miele e avena con licoli ,così inizia la mia colazione, aspettando il sole.

INGREDIENTI

  • 60 g di fiocchi d’avena
  • 100 g di farina manitoba
  • 100 g di farina di farro
  • 40 g di miele
  • 1 cucchiaino di sale
  • 200 g di acqua
  • 125 g di lievito a cultura liquida (li.co.li) rinfrescato al mattino

Istruzioni

La sera prima,

Nella planetaria impastare tutti gli ingredienti tranne il sale. Lasciare riposare per 10 minuti. Rimpastare a velocità media e con il gancio aggiungendo ora il sale. Impastare per 6/7 minuti.

Prendere l’impasto e metterlo in un contenitore di vetro con qualche cucchiaio di olio d’oliva sul fondo e le pareti. Coprire da film alimentare e lasciar riposare per 15 minuti. Fare due giri di pieghe nella ciotola ogni 15 minuti per 3 volte.

Lasciare l’impasto nella ciotola per un’ un ora coperto sempre da film alimentare.

Ora prendere l’impasto e versarlo sulla spianatoia con fiocchi di avena (possibilmente piccoli e magari sbriciolati) fare un solo giro di pieghe senza sgonfiarlo, maneggiare molto leggermente. metterlo in forma in uno stampo da plum cake ricoperto da carta forno, per il riposo in frigo fino al giorno successivo.

Il giorno dopo

Togliere il panetto dal frigo e lasciarlo a temperatura ambiente per 40 minuti un’ora.

Accendere il forno a 210°C

Cospargere la superficie del pane con fiocchi d’avena.

Introdurre il pane in forno posizione bassa e far cuocere per 15 minuti. Abbassare la temperatura a 190°C. e continuare la cottura per 35 minuti.

Toglierelo dal forno e lasciarlo leggermente intiepidire. Toglierlo dallo stampo e farlo raffreffare totalmente su di una griglia.

Poi, godete del suo sapore con qualsiasi cosa mi suggerisce la vostra fantasia

Il futuro inizia oggi, non domani.

(Papa Giovanni Paolo II)

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.